Spedizione gratuita da 49 €

Libri da indossare: la storia di come nasce l'idea Readress

di Umberto Brenzone 0 Commenti

Libri da indossare: la storia di come nasce l'idea Readress

Come molte storie, anche questa nasce un po' per caso, un po' per passione, un po' per sfida e un po' per il desiderio di realizzare qualcosa che ancora non esisteva. Navigando su internet, vedevo parecchi store professionali e fatti molto bene, che però si rivolgevano a tutti ed offrivano design universali: dalla maglietta per la festa del papà alla felpa per gli amanti dei cani, dal pantalone stile militare alla canotta con sopra una frase divertente. Tutto in un unico calderone.

Non riuscivo a trovare, perlomeno in Italia, un e-commerce di abbigliamento pensato appositamente per lettrici e lettori, con design alla moda unici ed originali ispirati alla letteratura classica e contemporanea. Continuavo a pensare che si poteva comunicare all'esterno la passione per i libri anche attraverso una semplice t-shirt, e che doveva esistere una sorta di biblioteca da indossare sulla pelle e portare in giro, per le strade. Non so, forse anche per diffondere in un modo diverso la cultura e per veicolare il messaggio dell'importanza di leggere.

Io sono Umberto Brenzone, fondatore di Readress, ma soprattutto grande sognatore, appassionato del magico mondo dei libri, nonché innamorato cronico di quella intricata giungla chiamata internet. Readress, crasi delle parole read e dress, nasce ufficialmente il 20 marzo 2018 dalla combinazione di queste due mie passioni: web e libri. Ma c'è anche una terza grande passione che diventa parte integrante dell'idea Readress, anche se, per dirla tutta, decisamente non mi appartiene.

Si tratta dello straordinario talento di creativi italiani nel graphic design, artisti capaci di trasferire centinaia di pagine e migliaia di parole su tessuto, sotto forma di illustrazione. Senza la loro innata vena creativa e la loro naturale predisposizione nel trasformare concetti astratti in rappresentazioni grafiche reali, tutto questo non sarebbe possibile.

Missione e Visione

Ogni progetto dovrebbe avere ben chiari i propri traguardi, per poterli raggiungere. In gergo vengono chiamati Mission, ovvero l'obiettivo a breve termine da rivedere ed eventualmente cambiare di anno in anno, e Vision, ovvero l'ambiziosa situazione ideale a cui tendere nel lungo periodo.

Ho cercato di definire entrambi in maniera semplice, e sono arrivato alla conclusione che la missione di Readress è quella di vestirti con la tua letteratura preferita e di portare almeno un libro che ami all'interno del tuo armadio, nel guardaroba. Per quanto riguarda la visione invece mi piacerebbe che Readress diventasse il punto di riferimento in Europa nel settore e-commerce di abbigliamento a tema libri.

Abbiamo tutti dei valori nei quali ci identifichiamo, e il mio impegno di business è darti la possibilità di esternarli e comunicarli gli altri. Amore, famiglia, libertà, amicizia, spiritualità, sono soltanto alcuni dei valori importanti per una persona. Un libro che hai letto e che in qualche modo ti ha cambiato la vita, "parla" dei tuoi valori; e una semplice illustrazione ispirata a quel libro speciale, aiuta a condividerli con chi ti circonda senza dire una parola.

Questa missione e questa visione hanno però un contesto decisamente aziendale. In realtà, parte del progetto è anche contribuire ad una causa benefica che ha l'obiettivo di eliminare la cecità evitabile nel mondo, perché tutti in futuro devono avere la possibilità di leggere un libro.

Ti è piaciuta la storia di come è nata l'idea Readress? Lascia un commento e condividi con noi il tuo pensiero 😉.

Photo by Patrick Fore on Unsplash




Umberto Brenzone
Umberto Brenzone

Autore

Inguaribile sognatore, idealista, talvolta utopista. Appassionato del magico mondo dei libri nonché innamorato cronico di quella intricata giungla chiamata internet. Questo, in breve, sono io.



Iscriviti alla newsletter

Riceverai aggiornamenti dal mondo Readress e subito un coupon del 5%